LOGO

YellowInnovation Blog

Home / I benefici della legalizzazione negli Stati Uniti

I benefici della legalizzazione negli Stati Uniti

Ven 22 Maggio 2020

I BENEFICI DELLA LEGALIZZAZIONE
NEGLI STATI UNITI

 

In quasi tutti gli Stati Uniti  lo stigma sociale attribuito alla cannabis sta rapidamente scomparendo ed il movimento pro-legalizzazione acquista sempre più consensi.

Ad oggi è stato legalizzato l'utilizzo terapeutico in 31 stati ed in 11 è ammesso anche l'uso ricreativo. E’ innegabile che questo enorme mercato stia portando benefici economici oltremodo tangibili agli stati che ne hanno regolamentato la compravendita.

 

.Una previsione di mercato da 30 Miliardi

 

Come riportato dal Us Cannabis Report: 2019 Industryil fatturato ricavato dalle vendite totali di cannabis è stato stimato 10.3 miliardi di dollari nel 2018 e se ne prevede un aumento fino al 2025 di oltre 30 miliardi.

Le politiche proibizioniste hanno ampiamente dimostrato la loro inefficacia, soprattutto in Italia; il mercato della Cannabis infatti è tra i più floridi e redditizi nonostante il contrasto da parte delle istituzioni. Un mercato di fatto in mano ad organizzazioni criminali che non pagano tasse, non tutelano la salute dei consumatori e si impongono con la forza a discapito di onesti coltivatori costretti a svolgere il loro lavoro nella piena illegalità.

Gli stati che hanno introdotto una regolamentazione per i prodotti a base di cannabis, oltre all'aumento degli introiti, denotano un'esponenziale diminuzione nell'utilizzo di alcolici, di incidenti stradali, e di reati legati alla violenza domestica

Essendoci una media del 60% di procedimenti penali ed amministrativi in meno, le istituzioni possono impiegare le forze dell'ordine per il contrasto dei veri crimini e investire denaro e risorse in campagne di informazione e sensibilizzazione.

 

 

.Un report dal Colorado

 

Un esempio è quello del Colorado, uno stato che ha utilizzato parte degli introiti provenienti dalla completa legalizzazione della pianta per tracciare e analizzare più dati possibili riguardanti qualunque fattore socialmente rilevante.

Questo report, unico nel suo genere, considera limpatto sulla salute pubblica e quella sui servizi sanitari senza tralasciare il possibile incremento di consumo tra i giovani. I dati emersi sono incoraggianti anche se non sono ancora sufficienti a trarre conclusioni certe.

Contrariamente a come sembri lecito pensare la richiesta di cannabis ad uso ricreativo non è aumentata tra i minorenni mentre sono aumentati i ricoveri per l’utilizzo improprio di prodotti alimentari ad alto contenuto di THC. Resta evidente che il mercato delle infiorescenze e dei suoi derivati per uso medico o ludico è comunque più sicuro grazie alla legalizzazione. I consumatori possono trovare un prodotto più controllato, di facile utilizzo e preciso nei dosaggi.

La ricerca su questo mercato ed il conseguente progresso tecnologico e scientifico hanno permesso lo sviluppo di nuovi e molteplici settori economici legati alla produzione ad al consumo di prodotti derivati dalla cannabis, minimizzando anche i rischi attraverso lo sviluppo di nuovi dispositivi e nuove forme di consumo.

 

.Legalizzare conviene

Dovremo seriamente prendere in considerazione la regolamentazione del mercato della cannabis come strumento per affrontare la crisi economica che seguirà questa quarantena.

Su un analisi del prof. Marco RossiUna valutazione economica, legalizzare convieneemerge che la completa liberalizzazione degli scambi porterebbe alla nascita di 300.000 nuovi posti di lavoro, oltre che a miliardi di euro che entrerebbero per via di turismo e tassazione; questi sono solo alcuni degli innumerevoli vantaggi economici e sociali che porterebbe la legalizzazione di questa preziosa pianta.

 

Per rimanere aggiornato su altri articoli in tema cannabis segui il nostro blog ed Iscriviti alla Newsletter!